1 Thaler Elettorato di Baviera (1623 - 1806) Argento

1802, Elettorato di Baviera, Massimiliano IV. Grande moneta tallero d'argento. Anno di zecca: 1802 Luogo di zecca: Monaco di Baviera Denominazione: Thaler Stato: Baviera (Stato tedesco) Riferimento: Davenport 1975, KM-644. Peso: 27,85 g Diametro: 42 mm Materiale: argento Recto: busto di Massimiliano I a destra, come principe elettore (Massimiliano IV) di Baviera. Legenda: DGMAX.IOS.CPRVBDSRIA&.EL.DIC&.M. Rovescio: Corona ducale sopra lo scudo ovale con stemma bavarese all'interno, fiancheggiato da spray. Legenda: IN DEO ET POPULO 1802 Massimiliano I (noto anche come Massimiliano Giuseppe) (27 maggio 1756 – 13 ottobre 1825) fu principe elettore di Baviera (come Massimiliano IV Giuseppe) dal 1799 al 1805, re di Baviera (come Massimiliano IV Giuseppe) I) dal 1806 al 1825. Massimiliano era figlio del conte palatino Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld e Maria Francisca di Sulzbach, e nacque a Schwetzingen – tra Heidelberg e Mannheim. Fu educato attentamente sotto la supervisione di suo zio, il duca Cristiano IV di Zweibrücken, divenne conte di Rappoltstein nel 1776 e prese servizio nel 1777 come colonnello nell'esercito francese e salì rapidamente al grado di maggiore generale. Dal 1782 al 1789 fu di stanza a Strasburgo, ma allo scoppio della Rivoluzione francese scambiò il servizio francese con quello austriaco, prendendo parte alle campagne di apertura delle guerre rivoluzionarie. Il 1 aprile 1795 succedette al fratello Carlo II come duca di Zweibrücken, e il 16 febbraio 1799 divenne elettore di Baviera e conte palatino del Reno, arciintendente dell'Impero e duca di Berg in estinzione. della linea Sulzbach con la morte dell'elettore Carlo Teodoro. La simpatia per la Francia e per le idee illuministiche francesi che caratterizzarono il suo regno si manifestò subito. Nel ministero appena organizzato il conte Max Josef von Montgelas, che, dopo essere caduto in disgrazia presso Carlo Teodoro, aveva agito per un certo periodo come segretario privato di Massimiliano Giuseppe, esercitava l'influenza più potente, un'influenza del tutto "illuminata" e francese. Si favorirono l'agricoltura e il commercio, si migliorarono le leggi, si promulgò un nuovo codice penale, si pareggiarono tasse e imposte senza tener conto dei privilegi tradizionali, si sopprimerono numerose case religiose e si utilizzarono le loro entrate per scopi educativi e altri scopi utili. Chiuse l'Università di Ingolstadt nel maggio 1800 e la trasferì a Landshut. In politica estera l'atteggiamento di Massimiliano Giuseppe fu dal punto di vista tedesco meno lodevole. Dal principio alla fine non ebbe alcuna simpatia per il crescente sentimento della nazionalità tedesca, e il suo atteggiamento fu sempre dettato da considerazioni del tutto dinastiche, o almeno bavaresi. Fino al 1816 fu il più fedele alleato tedesco di Napoleone, rapporto cementato dal matrimonio della figlia maggiore con Eugène de Beauharnais. La sua ricompensa arrivò con il Trattato di Presburgo (26 dicembre 1805), in base al quale avrebbe ricevuto il titolo reale e importanti acquisizioni territoriali in Svevia e Franconia per completare il suo regno. Assunse il titolo di re il 1° gennaio 1806. Il 15 marzo cedette il ducato di Berg a Napoleone. Il nuovo re di Baviera fu il più importante dei principi appartenenti alla Confederazione del Reno, e rimase alleato di Napoleone fino alla vigilia della battaglia di Lipsia, quando con il Trattato di Ried (8 ottobre 1816) si fece garante della l'integrità del suo regno il prezzo della sua adesione agli Alleati. Con il primo Trattato di Parigi (3 giugno 1814), tuttavia, cedette il Tirolo all'Austria in cambio dell'ex Granducato di Würzburg. Al Congresso di Vienna, al quale partecipò di persona, Massimiliano dovette fare ulteriori concessioni all'Austria, cedendo Salisburgo e i quartieri dell'Inn e dell'Hausruck in cambio della parte occidentale dell'antico Palatinato. Il re lottò duramente per mantenere la contiguità dei territori bavaresi garantita a Ried, ma il massimo che poté ottenere fu un'assicurazione da Metternich sulla questione della successione del Baden, nella quale era destinato a rimanere deluso. A Vienna e in seguito Massimiliano si oppose fermamente a qualsiasi ricostituzione della Germania che mettesse in pericolo l'indipendenza della Baviera, e fu la sua insistenza sul principio della piena sovranità lasciata ai principi regnanti tedeschi che contribuì in gran parte all'organizzazione libera e debole della nuova Germania. Confederazione. L'Atto federale del Congresso di Vienna fu proclamato in Baviera non come legge, ma come trattato internazionale. Fu in parte per assicurarsi l'appoggio popolare nella sua resistenza ad ogni ingerenza della dieta federale negli affari interni della Baviera, in parte per dare unità ai suoi territori alquanto eterogenei, che Massimiliano il 26 maggio 1818 concesse al suo popolo una costituzione liberale. Montgelas, che si era opposto a questa concessione, era caduto l'anno precedente, e anche Massimiliano aveva invertito la sua politica ecclesiastica, firmando il 24 ottobre 1817 un concordato con Roma con il quale venivano ripristinati i poteri del clero, in gran parte ridotti sotto l'amministrazione di Montgelas. . Il nuovo parlamento si dimostrò più indipendente di quanto si fosse aspettato e nel 1819 Massimiliano ricorse a fare appello ai poteri forti contro la sua stessa creazione; ma il suo "particolarismo" bavarese e le sue sincere simpatie popolari gli impedirono di permettere che i decreti di Carlsbad fossero rigorosamente applicati nei suoi domini. Egli aveva l'abitudine di interrogare personalmente gli indagati arrestati per ordine della commissione di Magonza, con il risultato che in molti casi l'intero procedimento fu annullato e in non pochi l'imputato fu licenziato con un regalo di denaro. Massimiliano morì nel castello di Nymphenburg, vicino a Monaco, il 13 ottobre 1825 e gli successe il figlio Ludovico I. Massimiliano è sepolto nella cripta della Theatinerkirche a Monaco.

altro

 

7  monete nel gruppo
2

(1500 X 738pixel, dimensione del file: ~185K)
Postato da: anonymous  2018-03-13
Bayern. Maximilian IV. Joseph 1799-1805. Taler 1800. AKS 4. Leicht justiert, kleine Kratzer, sehr schön

(900 X 453pixel, dimensione del file: ~108K)
Postato da: anonymous  2017-12-14
Bayern, Maximilian IV. JosephTaler 1801. AKS 4, Thun 62, Kahnt 50, Davenport 540. Leicht justiert, sehr schön

(1365 X 663pixel, dimensione del file: ~204K)
Postato da: anonymous  2017-06-16
CoinWorldTV 1802, Electorate of Bavaria, Maximilian IV. Large Silver Thaler Coin. VF+ Mint Year: 1802 Mint Place: Munich Denomination: Thaler State: Bavaria (German State) Reference: Davenport 1975, KM-644. R! Condition: Dark deposits, weight-adjusting marks in reverse, otherwise ...

(1077 X 510pixel, dimensione del file: ~119K)
Postato da: anonymous  2016-03-07
CoinWorldTV 1801, Kingdomf of Bavaria, Maximilian IV. Large Silver Thaler Coin. XF+ Mint Year: 1801 Mint Place: Munich Denomination: Thaler State: Bavaria (German State) Reference: Davenport 1975, KM-644. R! Condition: Weight-adjusting marks in reverse, numerous tiny circulation m ...

(1077 X 524pixel, dimensione del file: ~110K)
Postato da: anonymous  2015-12-30
CoinWorldTV 1799, Bavaria, Charles Theodore. Large Silver Thaler Coin. Scarce Type! Mint Year: 1799 Mint Place: Munich Condition: A nice VF/aXF! Denomination: Silver Thaler Reference: Davenport 1975, KM-644. R! Weight: 27.72gm Diameter: 42mm Material: Silver Obverse: Bust of Char ...

(905 X 443pixel, dimensione del file: ~78K)
Postato da: spider  2014-05-17
Bavaria. Maximilian I Joseph Taler 1800, KM#313, about VF, scarcer type.

Venduta per: $47.0
GERMANY-BAVARIA 1864 Maximilian 1 Thaler Silver VF-XF

Venduta per: $36.0
GERMANY-BAVARIA 1817 Thaler Maximilian Silver Crown

Venduta per: $103.0
Bavaria. Maximilian II Thaler 1858, KM#-468, frosty BU.
Queste monete potrebbero interessarti
1 Thaler Elettorato di Baviera (1623 - 1806) Argento Massimiliano III di Baviera(1727 – 1777)
1 Thaler Elettorato di Baviera (1623 - 1 ...
il gruppo ha   28 monete / 86 prezzi
2024-04-09 - Historical Coin Prices
3 Mark Regno di Baviera (1806 - 1918) Argento Otto ...
Prezzi da fonti pubbliche
Dettagli
2024-04-09 - New coin is added to 1 Dirham Marocco Argento Muhammad V del Marocco (1909 - 1961)


    1 Dirham Marocco Argento Muhammad V del Marocco (1909 - 1961)
il gruppo ha    5 monete / 4 prezzi



MOROCCO 1 Dirham 1960 - Silver .600 - XF - 1255
Potresti essere interessato in…
I governanti degli imperi
Albero genealogico della dinastia e monete
Mettiti alla prova!

Puzzle di Monete
Prezzi Monete