1 Scudo / 120 Grana Italian city-states Argento

Metallo:
Stato:
Italian city-states             
Periodo:
1834

Codice sul catalogo:
  Gadoury-120   KM-153

1834, Napoli e la Sicilia, Ferdinando II. Moneta Grande Scudo d'Argento (120 Grana).
Anno di zecca: 1834 Denominazioni: Scudo (120 Grana). Riferimento: Davenport 172, KM-C#153. Diametro: 37,6 mm Peso: 27,35 g Materiale: argento
Dritto: Testa di Ferdinando II di Borbone come Re delle Due Sicilie a destra. Legenda: FERDINANDVS II DEI GRATIA REX 1834 Rovescio: Scudo coronato del Regno latino delle Due Sicilie e Gerusalemme. Legenda: REGNI VTR. -SIC ET HIE. G.120
Ferdinando II (Ferdinando Carlo, 12 gennaio 1810 – 22 maggio 1859) fu re delle Due Sicilie dal 1830 fino alla morte.
Ferdinando nacque a Palermo, figlio del re Francesco I delle Due Sicilie e di sua moglie e cugina di primo grado Maria Isabella di Spagna.
I suoi nonni paterni erano il re Ferdinando I delle Due Sicilie e la regina Maria Carolina d'Austria. I suoi nonni materni furono Carlo IV di Spagna e Maria Luisa di Parma.
Ferdinando I e Carlo IV erano fratelli, entrambi figli di Carlo III di Spagna e Maria Amalia di Sassonia.
Nei suoi primi anni era abbastanza popolare. Ai progressisti venivano attribuite idee liberali e inoltre i suoi modi disinvolti lo rendevano caro ai cosiddetti lazzaroni, le classi inferiori della società napoletana.
Salito al trono nel 1830, pubblicò un editto in cui prometteva di prestare la massima attenzione all'imparziale amministrazione della giustizia, di riformare le finanze e di adoperarsi per sanare le ferite che da tanto tempo affliggevano il Regno. molti anni. Il suo obiettivo, disse, era governare il suo Regno in un modo che potesse portare la massima felicità al maggior numero di sudditi, rispettando i diritti dei suoi compagni monarchi e quelli della Chiesa cattolica romana.
I primi anni del suo regno furono relativamente pacifici: tagliò le tasse e le spese, fece costruire la prima ferrovia in Italia (tra Napoli e il palazzo reale di Portici), la sua flotta ebbe il primo piroscafo della penisola italiana e ebbe collegamenti telegrafici. stabilito tra Napoli e Palermo (Sicilia).
Tuttavia, nel 1837 represse violentemente i manifestanti siciliani che chiedevano una costituzione e mantenne una stretta sorveglianza poliziesca nei suoi domini. Gli intellettuali progressisti, motivati ​​dalla visione di una nuova società fondata su una costituzione moderna, continuarono a chiedere al re di concedere una costituzione e di liberalizzare il suo governo.
Nel settembre del 1847 scoppiarono a Reggio Calabria e a Messina violenti disordini di ispirazione liberale, repressi dai militari. Il 12 gennaio 1848 una rivolta a Palermo, in Sicilia, si diffuse in tutta l'isola e servì da scintilla per le rivoluzioni del 1848 in tutta Europa.
Dopo simili scoppi rivoluzionari a Salerno, a sud di Napoli e nel Cilento, sostenuti dalla maggioranza dell'intellighenzia del Regno, il 29 gennaio 1848 re Ferdinando fu costretto a concedere una costituzione ricalcata sulla Carta francese del 1830.
Sorse però una disputa circa la natura del giuramento che avrebbero dovuto prestare i membri della Camera dei deputati. Poiché non è stato possibile raggiungere un accordo e il re ha rifiutato di scendere a compromessi, le rivolte sono continuate nelle strade. Alla fine, il re ordinò all'esercito di infrangerle e sciolse il parlamento nazionale il 13 marzo 1849. Anche se la costituzione non fu mai formalmente abrogata, il re tornò a regnare come monarca assoluto.
Durante questo periodo Ferdinando dimostrò il suo attaccamento a papa Pio IX concedendogli asilo a Gaeta. Il papa era stato temporaneamente costretto a fuggire da Roma a seguito di simili disordini rivoluzionari. (vedi Repubblica Romana (XIX secolo), Giuseppe Mazzini.
Nel frattempo la Sicilia proclamava la propria indipendenza sotto la guida di Ruggeru Sèttimu, che il 13 aprile 1848 dichiarò deposto il re. In risposta, il re radunò un esercito di 20.000 uomini al comando del generale Carlo Filangieri e lo inviò in Sicilia per sottomettere i liberali e ripristinare la sua autorità. Una flottiglia navale inviata nelle acque siciliane bombardò con "feroce barbarie" per otto ore la città di Messina dopo che i suoi difensori si erano già arresi, uccidendo molti civili e guadagnando al re il soprannome di "Re` Bomba" ("Re Bomba").
Dopo una campagna durata quasi nove mesi, il 15 maggio 1849 il regime liberale siciliano fu completamente sottomesso.

altro

 

6  monete nel gruppo

(1365 X 650pixel, dimensione del file: ~212K)
Postato da: anonymous  2017-02-08
CoinWorldTV 1833, Naples & Sicily, Ferdinand II. Large Silver Scudo (120 Grana) Coin. XF- Mint Year: 1833 Denominations: Scudo (120 Grana). Reference: Davenport 172, KM-C#153. Condition: Lightly pitted (environmental damage) and cleaned, otherwise XF! Weight: 27.38gm Diamet ...

(900 X 453pixel, dimensione del file: ~151K)
Postato da: anonymous  2017-01-30
Italien-Neapel und Sizilien, Ferdinando II. 120 Grana 1834. Davenport 172. Justiert, fast vorzüglich

(900 X 452pixel, dimensione del file: ~99K)
Postato da: anonymous  2015-11-25
Italien-Neapel und Sizilien Piastra (120 Grana) 1831, Neapel. Davenport 172, Pagani 189. Sehr schön - vorzüglich

(913 X 456pixel, dimensione del file: ~89K)
Postato da: anonymous  2015-09-01
ITALIEN Neapel - Sizilien Ferdinando II. 1830-1859. Piastra zu 120 Grani 1834. 27.47 g. Pag. 193. Dav. 172. Min. just. Fast FDC.

(1057 X 499pixel, dimensione del file: ~125K)
Postato da: anonymous  2015-06-19
CoinWorldTV 1833, Naples & Sicily, Ferdinand II. Large Silver Scudo (120 Grana) Coin. VF- Mint Year: 1833 Denominations: Scudo (120 Grana). Reference: Davenport 172, KM-C#153. Condition: Damaged (heavy hits or other tooling) in obverse, otherwise VF/VF+ Weight: 27.32gm Diameter ...

(1077 X 510pixel, dimensione del file: ~127K)
Postato da: anonymous  2014-11-11
CoinWorldTV 1834, Naples & Sicily, Ferdinand II. Large Silver Scudo (120 Grana) Coin. XF+ Mint Year: 1834 Denominations: Scudo (120 Grana). Reference: Davenport 172, KM-C#153. Condition: Struck with broken (and lightly deformed) dies, weight adjusting marks in reverse, numerou ...

Venduta per: $1596.0
Italien-Cisalpine RepublikScudo zu 6 Lira Jahr VIII (1800), Mailand. Auf die Schlacht von Marengo. Pagani 8, Davenport 199. Schöne Patina. Minimale Kratzer, vorzüglich - Stempelglanz

Venduta per: $1204.0
Italien-Cisalpine Republik. Scudo zu 6 Lira Jahr VIII (1800), Mailand. Auf die Schlacht von Marengo. Pagani 8, Davenport 199. Schöne Patina. Minimal justiert, winzige Kratzer, vorzüglich +

Venduta per: $58.0
ITALY-NAPLES & SICILY 1753 60 Grana Silver
2024-04-12 - New coin is added to 500 Fils Bahrein Argento


    500 Fils Bahrein Argento
il gruppo ha    16 monete / 16 prezzi



BAHRAIN 500 Fils ND 1368-1968 - Silver 0.800 - VF/XF - 1350
2024-04-12 - New coin is added to 50 Vatu Vanuatu Argento


    50 Vatu Vanuatu Argento
il gruppo ha    2 monete / 1 prezzi



VANUATU 50 Vatu 1988 Proof - Silver 0.925 - Seoul Olympics / Boxing - 1899 *
Potresti essere interessato in…
I governanti degli imperi
Albero genealogico della dinastia e monete
Mettiti alla prova!

Puzzle di Monete
Prezzi Monete