1 Groschen Principato di Transilvania (1571-1711) Argento Gabriel ...

1626, Transilvania, Gabriel Bethlehen. Moneta d'argento Grossus (Groschen). Anno di zecca: 1626 Riferimento: KM-169. R! Luogo di zecca: Nagybanya (Transilvania) Denominazioni: Broad Grossus (Groschen) Diametro: 25 mm Peso: 2,61 g Materiale: argento Recto: stemma ungherese incoronato, fiancheggiato da iniziali di zecca (NB). Legenda: GAB DG SA RO IM ET TRAN PRIN Rovescio: Madonna con Gesù bambino circondato da raggi luminosi. Legenda: PAR . REG. HVN. DO : SIC CO O PR DVX 1626 Gabriel Bethlen fu uno dei personaggi più sorprendenti e originali del suo secolo. Zelante calvinista che si vantava di aver letto la Bibbia venticinque volte, non era un bigotto e aveva aiutato il gesuita György Káldy a tradurre e stampare la sua versione delle Scritture. Fu in comunicazione per tutta la vita con i principali statisti contemporanei, tanto che la sua corrispondenza è uno dei documenti storici più interessanti e importanti. Compose anche inni. Autenticità garantita incondizionatamente. Gabriel Bethlen (de Iktár) (-inglese, ungherese: Bethlen Gábor, rumeno: Gabriel Bethlen, tedesco: Gabriel Bethlen von Iktár 1580-15 novembre 1629) era un principe di Transilvania (1613-1629), duca di Opole (1622- 1625) e leader di un'insurrezione anti-asburgica nell'Ungheria reale asburgica. Il suo ultimo intervento armato nel 1626 fu parte della Guerra dei Trent'anni. Ha condotto un'attiva politica estera orientata al protestantesimo. Gabriel Bethlen, il più famoso rappresentante del ramo Iktári dell'antica famiglia ungherese Bethlen, nacque a Marosillye (oggi Ilia in Romania) e studiò a Szárhegy (oggi Lazarea in Romania) nel castello di suo zio András Lázár. Da lì fu inviato alla corte del principe della Transilvania Sigismund Báthory, che accompagnò nella sua famosa campagna in Valacchia. Successivamente aiutò István Bocskay a diventare principe di Transilvania nel 1605 e rimase il suo principale consigliere. Bethlen sostenne anche il successore di Bocskay, Gabriel Báthory (1608-1613), ma il principe divenne geloso delle capacità superiori di Bethlen e Bethlen fu costretta a rifugiarsi presso i turchi dell'Impero Ottomano. Nel 1613, Bethlen guidò un grande esercito contro il principe Báthory, ma nello stesso anno Báthory fu assassinato da due dei suoi ufficiali. Bethlen fu posta sul trono dagli Ottomani in opposizione ai desideri dell'imperatore austriaco asburgico, che preferiva un principe più incline a Vienna che alla Costantinopoli turca. Il 13 ottobre 1613, la Dieta della Transilvania a Kolozsvár (oggi Cluj-Napoca), confermò la scelta del sultano turco. Nel 1615 Bethlen fu anche ufficialmente riconosciuta dall'imperatore Mattia come principe di Transilvania; Bethlen promise in segreto che avrebbe aiutato gli Asburgo contro gli Ottomani. Evitando le crudeltà e gli eccessi di molti dei suoi predecessori, Bethlen stabilì una variante singolare dell'assolutismo patriarcale ma sufficientemente illuminato. Sviluppò le miniere e l'industria e nazionalizzò molti rami del commercio estero della Transilvania. I suoi agenti acquistarono molti prodotti a prezzi fissi e li vendettero all'estero con profitto, quasi raddoppiando le sue entrate. Si costruì un nuovo grande palazzo nella sua capitale, Gyulafehérvár (oggi Alba Iulia), mantenne una sontuosa corte, compose inni e patrocinò le arti e il sapere, soprattutto in connessione con la sua fede calvinista. Fondò un'accademia alla quale invitò qualsiasi pastore e insegnante dell'Ungheria reale; mandò studenti all'estero nelle università protestanti d'Inghilterra, nei Paesi Bassi e nei principati protestanti di Germania; conferì nobiltà ereditaria a tutti i pastori protestanti; e proibì ai proprietari terrieri di impedire ai loro servi di mandare a scuola i propri figli. Dedicò altre parti delle sue entrate al mantenimento di un efficiente esercito permanente di mercenari, con il cui aiuto condusse un'ambiziosa politica estera. Mantenendo la pace con la Porta ottomana, si diresse verso nord e ovest. Mentre l'imperatore Ferdinando era impegnato nella ribellione boema del 1618, Bethlen condusse i suoi eserciti nell'Ungheria reale nell'agosto 1619 e occupò la città di Kassa (Košice) in settembre, dove i suoi sostenitori protestanti lo dichiararono "capo" dell'Ungheria e protettore dei protestanti. . Ben presto conquistò l'intera Slovacchia odierna, conquistando anche la capitale dell'Ungheria reale, Pozsony (Bratislava), in ottobre, dove il palatino consegnò persino la corona di Santo Stefano a Bethlen. Le truppe di Bethlen si unirono alle truppe dei possedimenti cechi e moravi (guidati dal conte Jindrich Matyas Thurn), ma non riuscirono a conquistare Vienna a novembre: Bethlen fu costretta a lasciare l'Austria dopo essere stata attaccata da George Druget e da mercenari polacchi (lisowczycy) nell'Alta Austria. Ungheria. Sebbene avesse conquistato la maggior parte dell'Ungheria reale, Bethlen non era contrario a una pace, né a una sospensione preliminare delle ostilità, e furono aperti negoziati nelle città conquistate di Pozsony (Bratislava), Kassa (Košice) e Besztercebánya (Banská Bystrica). Inizialmente non portarono a nulla perché Bethlen insistette per includere i cechi nella pace, ma alla fine nel gennaio 1620 fu conclusa una tregua in base alla quale Bethlen ricevette 13 contee nell'est dell'Ungheria reale. Il 20 agosto 1620 gli stati lo elessero re d'Ungheria alla Dieta di Besztercebánya con il consenso degli Ottomani, ma Bethlen rifiutò di accettare la corona perché voleva riconciliarsi con gli Asburgo e riunire l'Ungheria. Tuttavia, a settembre riprese la guerra con gli Asburgo nell'Ungheria reale e nella Bassa Austria. La sconfitta dei ribelli cechi da parte delle truppe di Ferdinando II nella battaglia della Montagna Bianca l'8 novembre 1620 (alla quale Bethlen aveva inviato 3.000 truppe ritardatarie che però arrivarono troppo tardi) diede una nuova svolta all'insurrezione di Bethlen contro gli Asburgo. Ferdinando II si vendicò spaventosamente della nobiltà protestante in Boemia e riconquistò l'Ungheria reale (Pozsony riconquistò nel maggio 1621, la parte centrale del paese con le città minerarie nel giugno 1621). Poiché i nobili protestanti non avevano ricevuto la proprietà confiscata dei cattolici sul territorio di Bethlen e quindi revocarono il loro sostegno a Bethlen, e poiché Bethlen non era direttamente sostenuta dagli ottomani, Bethlen iniziò i negoziati di pace. Di conseguenza, il 31 dicembre 1621 fu concluso il Trattato di Nikolsburg, in base al quale Bethlen rinunciò al titolo reale a condizione che Ferdinando confermasse la pace di Vienna del 1606 (che aveva concesso piena libertà di culto ai protestanti ungheresi) e si impegnasse a convocare una dieta generale entro sei mesi). Il trattato concedeva piena libertà di culto ai protestanti della Transilvania ungherese e prevedeva la convocazione di una dieta generale entro sei mesi. Inoltre, Bethlen si assicurò il titolo (puramente formale) di "Principe Imperiale" (della Transilvania ungherese), sette contee attorno al fiume Tibisco superiore (nelle attuali Slovacchia, Ucraina, Ungheria e Romania), le fortezze di Tokaj, Munkács, ed Ecsed, e un ducato in Slesia. Successivamente Bethlen lanciò due volte (1623-1624 e 1626) ulteriori campagne contro Ferdinando nel territorio degli altopiani ungheresi dell'attuale Slovacchia, questa volta come alleato diretto delle potenze protestanti anti-asburgiche. La prima guerra si concluse con la pace di Vienna del 1624, la seconda con la pace di Pozsony del 1626: entrambe confermarono la pace di Nikolsburg del 1621. Dopo la seconda di queste campagne, Bethlen tentò un riavvicinamento alla corte di Vienna sulla base di un'alleanza contro i turchi e del proprio matrimonio con un'arciduchessa d'Austria, ma Ferdinando respinse le sue proposte. Bethlen fu costretto a rinunciare ai suoi progetti anti-turchi, che erano sempre rimasti uno dei suoi obiettivi. Di conseguenza, al suo ritorno da Vienna sposò Caterina, la figlia dell'elettore di Brandeburgo, e si alleò ancor più strettamente con le potenze protestanti, compreso suo cognato Gustavo Adolfo di Svezia, che, sperava, lo avrebbe aiutato. nell'ottenere la corona polacca. Bethlen morì il 15 novembre 1629 prima che potesse realizzare uno qualsiasi dei suoi grandi progetti per unire la Transilvania e l'Ungheria, essendosi precedentemente assicurato l'elezione di sua moglie Caterina a principessa. La sua prima moglie, Zsuzsanna Károlyi, morì nel 1622.

altro

 

5  monete nel gruppo

(1365 X 654pixel, dimensione del file: ~168K)
Postato da: anonymous  2018-04-04
1627, Hungary/Transylvania, Gabriel Bethlehen. Silver Broad Grossus Coin. VF- Mint Year: 1626 Reference: KM-169. R! Condition: VF- (light corrosion!) Mint Place: Nagybanya (Transilvania) Denominations: Broad Grossus. Diameter: 25mm Weight: 2.11gm Material: Silver Obverse: Crowned h ...

(1365 X 636pixel, dimensione del file: ~152K)
Postato da: anonymous  2017-02-13
1626, Transylvania, Gabriel Bethlehen. Silver Grossus (Groschen) Coin. aXF! Mint Year: 1626 Condition: About XF! Reference: KM-169. R! Mint Place: Nagybanya (Transilvania) Denominations: Broad Grossus (Groschen) Diameter: 25mm Weight: 2.61gm Material: Silver Obverse: Crowned ...

(1077 X 504pixel, dimensione del file: ~117K)
Postato da: anonymous  2015-11-03
1626, Hungary/Transylvania, Gabriel Bethlehen. Silver Broad Grossus Coin. R! Condition: VF+ Mint Year: 1626 Reference: KM-169. R! Mint Place: Nagybanya (Transilvania) Denominations: Broad Grossus. Diameter: 24.2mm Material: Silver Weight: 2.18gm Obverse: Crowned hungarian coat of ...

(1037 X 472pixel, dimensione del file: ~124K)
Postato da: anonymous  2014-12-05
1626, Hungary/Transylvania, Gabriel Bethlehen. Silver Broad Grossus Coin. R! Condition: VF+ Mint Year: 1626 Reference: KM-169. R! Mint Place: Nagybanya (Transilvania) Denominations: Broad Grossus. Diameter: 24.2mm Material: Silver Weight: 2.18gm Obverse: Crowned hungarian coat of ...

(304 X 152pixel, dimensione del file: ~11K)
Postato da: spider  2014-06-05
KM# 169 GROSCHENSilver Obv: Crowned Hungarian arms Rev: Madonna and childNote: Varieties exist. TRANSYLVANIA Principality 1626 1627 1628 1629
HILDESHEIM (German City) 1/24 Thaler 1697 HL - Silver - VF - 4519 *
Venduta per: $17.0
HILDESHEIM (German City) 1/24 Thaler 1697 HL - Silver - VF - 4519 *
SAXONY (Germany) 1/24 Thaler 1694 IK - Silver - Friedrich August I. - VF - 4520*
Venduta per: $11.0
SAXONY (Germany) 1/24 Thaler 1694 IK - Silver - Friedrich August I. - VF - 4520*
BRUNSWICK LUNEBERG CALENBERG (Germany) 2/3 Thaler 1690- Silver - VF+ - 4521 *
Venduta per: $102.0
BRUNSWICK LUNEBERG CALENBERG (Germany) 2/3 Thaler 1690- Silver - VF+ - 4521 *
Queste monete potrebbero interessarti
50 Franc Principato di Monaco Argento Ranieri III di Monaco
50 Franc Principato di Monaco Argento Ra ...
il gruppo ha   5 monete / 5 prezzi
100 Franc Principato di Monaco Rame/Nichel Ranieri III di Monaco
100 Franc Principato di Monaco Rame/Nich ...
il gruppo ha   6 monete / 6 prezzi
1 Groschen Germania Argento Augusto I di Oldenburg
1 Groschen Germania Argento Augusto I di ...
il gruppo ha   2 monete / 2 prezzi
2024-07-08 - Historical Coin Prices
10 Ore Svezia Argento Oscar I di Svezia (1799-1859)
Prezzi da fonti pubbliche
Dettagli
2024-07-13 - Historical Coin Prices
20 Dollaro Stati Uniti d'America (1776 - ) Oro
Prezzi da fonti pubbliche
Dettagli
Potresti essere interessato in…
I governanti degli imperi
Impero romano (27BC-395)
Albero genealogico della dinastia e monete
Borbone
Mettiti alla prova!
Puzzle di Monete
Puzzle di Monete
Prezzi Monete
Prezzi Monete