1 Goldgulden Germania Oro

Metallo:
Oro
Stato:
Periodo:
1507

Codice sul catalogo:

1507, Norimberga (città libera). Moneta d'oro Goldgulden (Ducato).
Mente Anno: 1507 Luogo di zecca: Norimberga Denominazione: Goldgulden (Ducato) Riferimento: Friedberg 1801, MB#7. Raro!Materiale: oro (.986)Diametro: 20 mmPeso: 3,25 g
Dritto: figura in piedi e togata di San Lorenzo, che tiene la piastra nella mano destra e il libro dei Vangeli nella mano sinistra. Legenda: SANCTVS °° LA – VRENTIVS °
Rovescio: Aquila araldica con grande lettera (N per Norimberga) sul petto. Tutto all'interno di una cerchia ristretta. Data (1507) nella legenda.
Legenda + MONETA °° 9VRIS °° D °° NVRMERG °° 1507
San Lorenzo o Lorenzo (latino: Laurentius, lett. "allorato"; 31 dicembre 225 d.C. – 10 agosto 258) fu uno dei sette diaconi della città di Roma, Italia, sotto papa San Sisto II che furono martirizzati nella persecuzione di i cristiani che l'imperatore romano Valeriano ordinò nel 258.
Si pensa che San Lorenzo sia nato il 31 dicembre del 225 d.C. a Valencia, o meno probabilmente, a Huesca, la città da cui provenivano i suoi genitori nella successiva regione dell'Aragona che allora faceva parte della provincia romana di Hispania Tarraconensis. I martiri Sant'Orenzio (spagnolo moderno: San Orencio) e Santa Patientia (spagnolo moderno: Santa Paciencia) sono tradizionalmente ritenuti i suoi genitori.
A Caesaraugusta (oggi Saragozza) incontrò il futuro papa san Sisto II, di origine greca e uno dei maestri più famosi e stimati. Alla fine, entrambi lasciarono la Spagna per Roma. Quando Sisto divenne papa nel 257, ordinò diacono San Lorenzo e, sebbene Lorenzo fosse ancora giovane, lo nominò primo tra i sette diaconi che prestarono servizio nella chiesa patriarcale. È per questo chiamato "arcidiacono di Roma", incarico di grande fiducia che comprendeva la cura del tesoro e delle ricchezze della Chiesa e la distribuzione dell'elemosina agli indigenti.
San Cipriano, vescovo di Cartagine, nota che le autorità romane avevano stabilito una norma secondo la quale tutti i cristiani denunciati dovevano essere giustiziati e i loro beni confiscati dal tesoro imperiale. All'inizio dell'agosto del 258, l'imperatore Valeriano emanò un editto secondo cui tutti i vescovi, sacerdoti e diaconi dovevano essere immediatamente messi a morte. Papa San Sisto II fu catturato il 6 agosto 258, nel cimitero di San Callisto, mentre celebrava la liturgia e immediatamente giustiziato.
Dopo la morte di Sisto, il prefetto di Roma pretese che San Lorenzo consegnasse le ricchezze della Chiesa. Sant'Ambrogio è la prima fonte del racconto secondo cui san Lorenzo chiese tre giorni per raccogliere le ricchezze. Lavorò rapidamente per distribuire quante più proprietà della Chiesa possibile agli indigenti, in modo da evitare che venissero sequestrate dal prefetto. Il terzo giorno, alla testa di una piccola delegazione, si presentò al prefetto, e quando gli fu ordinato di consegnare i tesori della Chiesa presentò gli indigenti, gli storpi, i ciechi e i sofferenti, e dichiarò che questi erano i veri tesori della Chiesa. Un resoconto lo registra mentre dichiara al prefetto: "La Chiesa è veramente ricca, molto più ricca del tuo imperatore". Questo atto di sfida portò direttamente al suo martirio e può essere paragonato al parallelo racconto romano dei gioielli di Cornelia.
Il 10 agosto san Lorenzo, l'ultimo dei sette diaconi, e quindi il più alto funzionario della Chiesa, subì la morte da martire.
Per tradizione, San Lorenzo fu condannato a San Lorenzo in Miranda, imprigionato e battezzato con i compagni di prigionia a San Lorenzo in Fonte, martirizzato a San Lorenzo in Panisperna e fu sepolto a San Lorenzo fuori le Mura. L'Almanacco di Filocalo del 354 d.C. afferma che fu sepolto nella Catacomba di Ciriaca sulla Via Tiburtina da Ippolito e Giustino il Confessore, un presbitero. Una delle prime fonti del suo martirio fu la descrizione di Aurelio Prudenzio Clemente nel suo Peristephanon, Inno 2.
Una famosa leggenda persiste fin dai tempi antichi. Come diacono a Roma, San Lorenzo era responsabile dei beni materiali della Chiesa e della distribuzione delle elemosine ai poveri. Sant'Ambrogio di Milano racconta che quando furono richiesti a san Lorenzo dal prefetto di Roma i tesori della Chiesa, egli condusse avanti i poveri, ai quali aveva distribuito il tesoro in elemosina. "Ecco in questi poveri i tesori che ho promesso di mostrarvi; ai quali aggiungerò le perle e le pietre preziose, quelle vedove e vergini consacrate, che sono la corona della Chiesa". Il Prefetto era così arrabbiato che fece preparare una grande graticola con carboni ardenti sotto di essa, e vi fece porre Lawrence, da qui l'associazione di San Lorenzo con la graticola. Dopo aver sofferto a lungo i dolori, il martire, conclude la leggenda, dichiarò allegramente: "Sono ben fatto. Girami!" Da ciò deriva il suo mecenatismo nei confronti di cuochi, chef e comici.
Alcuni storici, come il Rev. Patrick J. Healy, ritengono che la tradizione del martirio di San Lorenzo "non sia degna di fede", poiché la morte lenta e persistente non può essere conciliata "con l'espresso comando contenuto nell'editto riguardante i vescovi, sacerdoti e diaconi (animadvertantur) che ordinariamente significava decapitazione." Un'ipotesi sulla nascita della tradizione è proposta da Pio Franchi de' Cavalieri, il quale postula che essa sia stata il risultato di un'errata trascrizione, dell'accidentale omissione della lettera "p" – "con la quale la consueta e solenne formula per annunciare la morte di un martire – passus est [“soffrì”, cioè fu martirizzato] – fu fatto leggere assus est[fu arrostito]”. Il Liber Pontificalis, che si ritiene attinga a fonti indipendenti dalle tradizioni esistenti e agli Acta riguardanti Lorenzo, usa nei suoi confronti passus est, lo stesso termine che usa per papa Sisto II, martirizzato per decapitazione durante la stessa persecuzione. Tuttavia, questa borsa di studio moderna è contestata da un'altra studiosa, Janice Bennett, il cui studio di altre fonti primarie indica che le narrazioni tradizionali sono sostanzialmente corrette.
Si ritiene tradizionalmente che l'imperatore Costantino I abbia eretto un piccolo oratorio in onore di San Lorenzo, che nel VII secolo costituiva una stazione sugli itinerari delle tombe dei martiri romani. Papa Damaso I ricostruì o riparò la chiesa, ora Basilica di San Lorenzo fuori le Mura, mentre la Basilica Minore di San Lorenzo in Panisperna fu eretta sul luogo del suo martirio. La graticola del martirio fu collocata da Papa Pasquale II nella Basilica Minore di San Lorenzo in Lucina.
Norimberga (tedesco: Nürnberg; Franconia orientale: Närrnberch o Nämberch, localmente Närmberch) è la seconda città più grande dello stato federale tedesco della Baviera dopo la sua capitale Monaco, e i suoi 511.628 abitanti (2016) ne fanno la 14a città più grande della Germania. Situata sul fiume Pegnitz (dalla confluenza con il Rednitz a Fürth in poi: Regnitz, un affluente del fiume Meno) e sul canale Reno-Meno-Danubio, si trova nella regione amministrativa bavarese della Media Franconia ed è la città più grande e la capitale non ufficiale della Franconia. Norimberga forma una conurbazione continua con le vicine città di Fürth, Erlangen e Schwabach con una popolazione totale di 787.976 abitanti (2016), mentre la più grande regione metropolitana di Norimberga conta circa 3,5 milioni di abitanti. La città si trova a circa 170 chilometri (110 miglia) a nord di Monaco. È la città più grande dell'area dialettale della Franconia orientale (colloquialmente: "Francone"; tedesco: Fränkisch).
Ci sono molti istituti di istruzione superiore in città, inclusa l'Università di Erlangen-Norimberga (Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg). Con 39.780 studenti nel 2017, è la terza università più grande della Baviera e l'undicesima università più grande della Germania, con campus a Erlangen e Norimberga e un ospedale universitario a Erlangen (Universitätsklinikum Erlangen). Anche la Technische Hochschule Nürnberg Georg Simon Ohm e la Hochschule für Musik Nürnberg si trovano all'interno della città. L'aeroporto di Norimberga (Flughafen Nürnberg “Albrecht Dürer“) è il secondo aeroporto più trafficato della Baviera dopo l'aeroporto di Monaco e il decimo aeroporto più trafficato della Germania.
Lo Staatstheater Nürnberg è uno dei cinque teatri statali bavaresi,[a] che mostra opere, operette, musical e balletti (sede principale: Teatro dell'Opera di Norimberga), spettacoli teatrali (sede principale: Schauspielhaus Nürnberg), nonché concerti (sede principale: Meistersingerhalle ). La sua orchestra, la Staatsphilharmonie Nürnberg, è la seconda più grande orchestra d'opera della Baviera dopo l'Orchestra di Stato bavarese dell'Opera di Stato bavarese di Monaco. Norimberga è la città natale di Albrecht Dürer e Johann Pachelbel.

altro

 

9  monete nel gruppo
2

(1737 X 841pixel, dimensione del file: ~310K)
Postato da: anonymous  2023-10-29
1507, Nurnberg (Free City). Gold Goldgulden (Ducat) Coin. (3.25gm!) PCGS AU-58! Mind Year: 1507Mint Place: NurembergDenomination: Goldgulden (Ducat) Reference: Friedberg 1801, MB#7. Rare!Condition:: Certified and graded by PCGS as AU-58!Material: Gold (.986)Diameter: 20mmWeight: 3.25gm ...

(740 X 362pixel, dimensione del file: ~81K)
Postato da: anonymous  2019-06-13
1507,DEUTSCHLAND. Nürnberg, Stadt. Goldgulden 1507. St. Laurentius. 3.22 g. Kellner 6. Fr. 1801. Selten / Rare. Vorzüglich / Extremely fine. (~€ 350/USD 405)

(740 X 362pixel, dimensione del file: ~81K)
Postato da: anonymous  2019-06-05
1507,DEUTSCHLAND. Nürnberg, Stadt. Goldgulden 1507. St. Laurentius. 3.22 g. Kellner 6. Fr. 1801. Selten / Rare. Vorzüglich / Extremely fine. (~€ 350/USD 405)

(740 X 375pixel, dimensione del file: ~74K)
Postato da: anonymous  2020-11-25
1513,Nürnberg, Stadt. Goldgulden 1513. Friedberg 1801. Etwas Fundbelag, sehr schön.

(740 X 374pixel, dimensione del file: ~70K)
Postato da: anonymous  2020-11-16
1801,Nürnberg, Stadt. Goldgulden o.J. Kellner 4, Friedberg 1801. GOLD. Fast vorzüglich.

(740 X 368pixel, dimensione del file: ~71K)
Postato da: anonymous  2019-05-29
1515,DEUTSCHLAND. Nürnberg, Stadt. Goldgulden 1515. St. Laurentius. 3.26 g. Kellner 6. Fr. 1801. Leichter Doppelschlag / Slightly double struck. Fast vorzüglich / About extremely fine. (~€ 440/USD 500)

Venduta per: $1.0
Info: https://www.ebay.com/itm/364892624708 2024-05-23
GERMANY 1/2 Mark 1907 A - Silver 0.900 - Wilhelm II. - 520

Venduta per: $3.0
Info: https://www.ebay.com/itm/364890977764 2024-05-23
GERMANY 1/2 Mark 1919 J - Silver 0.900 - Wilhelm II. - VF - 432

Venduta per: $5.0
Info: https://www.ebay.com/itm/364890977150 2024-05-23
GERMANY 1 Mark 1881 A - Silver 0.900 - Wilhelm I. - 424
Queste monete potrebbero interessarti
1 Gulden Germania Oro
1 Gulden Germania Oro
il gruppo ha   5 monete / 5 prezzi
2 Reichsmark Germania nazista (1933-1945) Argento Martin Lutero
2 Reichsmark Germania nazista (1933-1945 ...
il gruppo ha   115 monete / 110 prezzi
5 Reichsmark Germania nazista (1933-1945) Argento
5 Reichsmark Germania nazista (1933-1945 ...
il gruppo ha   52 monete / 41 prezzi
2024-06-07 - New coin is added to 25 Cent Regno dei Paesi Bassi (1815 - ) Argento Guglielmina ...


    25 Cent Regno dei Paesi Bassi (1815 - ) Argento Guglielmina ...
il gruppo ha    2 monete / 2 prezzi



Netherlands - 25 Cent 1913
2024-05-28 - Historical Coin Prices
1 Rupee Raj Britannico (1858-1947) Argento Vittori ...
Prezzi da fonti pubbliche
Dettagli
Potresti essere interessato in…
I governanti degli imperi
Albero genealogico della dinastia e monete
Mettiti alla prova!

Puzzle di Monete
Prezzi Monete