Il follis era una grande moneta di bronzo che ...

Il follis era una grande moneta di bronzo che fungeva da unità monetaria standard nell'Impero Romano. Fu introdotto durante il regno di Diocleziano (284–305 d.C.) come parte delle sue riforme monetarie volte a stabilizzare l'economia. Il follis continuò ad essere coniato e circolato in tutto il tardo impero romano, compreso durante il regno di Costantino il Grande (306–337 d.C.).

Ecco alcune caratteristiche chiave della moneta Follis:

Dimensioni e peso: il follis era una moneta di bronzo relativamente grande e pesante, che misurava tipicamente circa 25-30 mm di diametro e pesava tra 10-15 grammi. Le sue dimensioni e il suo peso sono variati nel tempo e in base a diversi problemi.

Design: il dritto (fronte) del follis solitamente raffigura il busto dell'imperatore regnante, rivolto a destra o a sinistra, insieme a iscrizioni che identificano l'imperatore e talvolta titoli o onori aggiuntivi. Il rovescio (retro) della moneta raffigurava tipicamente vari motivi simbolici, comprese personificazioni di virtù o concetti, simboli religiosi o scene allegoriche.

Denominazione: il follis era una moneta di basso valore, utilizzata per le transazioni quotidiane e che rappresentava una frazione delle denominazioni d'argento o d'oro più grandi nel sistema monetario romano. Equivaleva a un quarto o un ottavo di denaro, a seconda del periodo e della regione.

Composizione: la composizione del follis è variata nel tempo e in base a diversi problemi. Le prime emissioni erano tipicamente realizzate in rame o bronzo, mentre le emissioni successive durante il IV secolo d.C. spesso avevano una composizione degradata o legata con una purezza inferiore.

Circolazione: il follis era ampiamente diffuso in tutto l'Impero Romano e veniva utilizzato per una varietà di transazioni, incluso il pagamento di tasse, stipendi, beni e servizi sul mercato. Era una delle monete più comunemente incontrate nella vita quotidiana romana.

Nel complesso, il follis ha svolto un ruolo essenziale nell’economia romana come unità monetaria standard per le transazioni quotidiane. La sua circolazione diffusa e la produzione consistente contribuirono alla stabilità del sistema monetario romano durante il tardo Impero Romano.

2024-05-16 - Historical Coin Prices
5 Franc Secondo Impero francese (1852-1870) Argent ...
Prezzi da fonti pubbliche
Dettagli
2024-05-19 - New coin is added to 5 Mark / 5 Reichsmark Repubblica di Weimar (1918-1933) Argento


    5 Mark / 5 Reichsmark Repubblica di Weimar (1918-1933) Argento
il gruppo ha    67 monete / 64 prezzi



1925-A, Germany (Weimar). Silver 5 Mark "Rhineland Anniversary" Coin. NGC UNC+ Mint Year: 1925 Reference: KM-47. Mint Place: Berlin (A) Condition: CCertified and graded by NGC as UNC ( ...