Si pensa che la prima emissione di questa mon ...

Si pensa che la prima emissione di questa moneta sia avvenuta sotto Ruggero II di Sicilia, che, nel 1140, coniò ducati recanti la figura di Cristo e l'iscrizione "Sit tibi, Christe, datus, quem tu regis iste ducatus" (o più o meno: “O Cristo, sia dedicato a te questo ducato che governi”. Questo sembra essere un riferimento a Matteo 22:19-21).

Gold-Dukaten austriaco raffigurante Kaiser Franz-Josef, c. 1910
Il ducato fu introdotto dalla Repubblica di Venezia nel 1284 sotto il doge Giovanni Dandolo (1280-1289). Il ducato veneziano, chiamato zecchino, raffigurava al dritto il Doge inginocchiato davanti a San Marco e al rovescio Gesù. Durante il Medioevo il ducato acquisì molta popolarità, poiché era facile da coniare e racchiudeva un notevole valore in una moneta relativamente piccola. Diverse città e piccoli stati in Europa – soprattutto nell’Europa orientale nel Medioevo – emettevano ducati multipli, singoli e frazionari. Lo standard della moneta fu adottato in Ungheria; e per molto tempo tutte le monete straniere portarono il nome Ongri, dove in questo periodo si concentrava il commercio mondiale. In Germania non divennero popolari se non in tempi successivi.
La Bolla d'Oro di Carlo IV concedeva a tutti i membri dell'impero il privilegio di emettere monete d'oro, con qualunque francobollo preferissero; ma questi erano solo fiorini d'oro, equivalenti al fiorino.
I ducati divennero una moneta d'oro standard in tutta Europa, soprattutto dopo che fu ufficialmente sanzionata dall'impero nel 1566. Il ducato rimase sancito fino al 1857. Per creare più confusione c'era anche un ducato d'argento coniato in molte nazioni europee. La Zecca Reale Olandese emette ancora ducati d'argento con un peso di 28,25 grammi.
Il tipo più comune di ducati erano gli antichi ducati olandesi, recanti l'impressione di una figura armata, che cedettero, solo per un breve periodo, alla figura di Luigi II di Fiandra. Circolavano quasi come merce, ma nei Grigioni erano spesso contraffatti. Le contraffazioni erano molto belle nell'aspetto, sia nel peso che nel suono.
Secondo Webster del 1913 il ducato valeva l'equivalente di “nove scellini e quattro pence sterline, ovvero poco più di due dollari. Il ducato d’argento vale circa la metà di questo valore”. Il ducato stesso valeva una somma di denaro, ma non era scritto in altre denominazioni, come il suo valore esatto in marchi tedeschi, dollari o qualsiasi altra valuta dell'epoca. Molti dicono che un ducato vale 500 dollari in Messico, Cecoslovacchia e Paesi Bassi. Anche adesso alcune zecche nazionali producono lotti di ducati realizzati secondo vecchi modelli come l'oro in lingotti e le banche vendono queste monete a investitori privati ​​o collezionisti.

Queste monete potrebbero interessarti
1 Ducat Salisburgo Oro
1 Ducat Salisburgo Oro
il gruppo ha   17 monete / 16 prezzi
2024-04-12 - New coin is added to 500 Franc Belgio Argento


    500 Franc Belgio Argento
il gruppo ha    2 monete / 2 prezzi



BELGIUM 500 Francs ND(1980) - Anniversary of Independence - 1369
2024-04-12 - New coin is added to 5 Franc Seconda Repubblica francese (1848-1852) Argento


    5 Franc Seconda Repubblica francese (1848-1852) Argento
il gruppo ha    37 monete / 35 prezzi



FRANCE 5 Francs 1849 A - Silver 0.900 - VF - 1362